Bari è la prima tappa della Nuvola Rosa 2016: al via nel capoluogo pugliese il progetto per avvicinare le ragazze alla tecnologia e al mondo del lavoro

Nuvola Rosa, il progetto nato nel 2013 per aiutare le giovani italiane ad avvicinarsi alla tecnologia e superare il gap di genere nella formazione e nelle carriere in ambito scientifico, approda oggi a Bari.

Dopo le prime tre edizioni di Firenze, Roma e Milano, il progetto promosso da Microsoft, Accenture, ASUS, Avanade e Aviva quest’anno si è evoluto in “Nuvola Rosa on tour. Scienza e tecnologia per ragazze che vogliono fare strada”, ed ha scelto di puntare su tre importanti città del Sud Italia, attraverso un percorso che dal 9 al 13 maggio 2016 toccherà Bari, Napoli e Cagliari, guidando più di mille ragazze italiane e straniere dai 17 ai 24 anni alla scoperta delle opportunità offerte dalle tecnologie e dal digitale, per entrare più facilmente nel mondo del lavoro, in azienda come nella pubblica amministrazione, o per realizzare il proprio sogno imprenditoriale superando le barriere infrastrutturali e andando oltre gli stereotipi di genere.

L’iniziativa ha preso il via con l’evento di apertura tenutosi presso il Museo della Fotografia del Politecnico di Bari, alla presenza di Eugenio Di Sciascio, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari, di Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia e Francesca Bottalico, Assessore al Comune di Bari, che hanno inaugurato il ciclo di corsi di formazione specializzata ospitati dall’Ateneo il 9 e 10 maggio.

L’incontro, che ha visto anche la partecipazione di tutte le aziende promotrici dell’iniziativa, ha ruotato intorno al tema della diversity come valore aggiunto per il mondo del lavoro ma anche come driver di crescita dell’intero Sistema Paese, fattore abilitante per combattere la disoccupazione e l’inattività, fenomeni che in Italia riguardano oggi più che mai le donne e i giovani, soprattutto nel Mezzogiorno: secondo i più recenti dati Istat, nel 2015 il tasso di disoccupazione nel nostro Paese ha confermato un forte squilibrio di genere (70,6% gli uomini occupati, 50,6% le donne) ed un significativo divario territoriale tra Centro-Nord e Sud Italia: in particolare, nel quarto trimestre 2015, proprio la Puglia ha registrato un tasso di disoccupazione pari al 21.5%, in aumento di 4.2 punti percentuali rispetto al precedente trimestre, con un numero crescente di persone in cerca di occupazione – dai 247mila del terzo trimestre 2015 ai 311mila del quarto – ed una situazione particolarmente critica per i giovani: nel 2015, oltre cinque giovani su dieci sono disoccupati. Inoltre, nella Regione diminuiscono anche le imprenditrici e le lavoratrici autonome: nel 2015 se ne contano 95.027, poco più di 4mila in meno rispetto al 2014, secondo quanto rileva l’Osservatorio di Confartigianato «Donne-Impresa», rielaborato in chiave regionale dal Centro studi di Confartigianato Imprese Puglia, su dati Istat e Unioncamere.

E’ in questo scenario che si inserisce Nuvola Rosa 2016: in collaborazione con il Politecnico di Bari, il 9 e il 10 maggio si terranno corsi di formazione gratuiti focalizzati sulle discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), che spazieranno dall’approfondimento degli ambiti più tecnici, come il Coding, il Cloud Computing, i Big Data, alla creazione della brand identity: di particolare interesse, ad esempio, il corso per imparare a sviluppare un sito internet con la piattaforma Garoo!Box, oppure per creare un brand in rete, con esperienze e casi specifici. Tanti anche gli eventi e i workshop, tra cui le tavole rotonde dedicate alla valorizzazione dei talenti al femminile, e alle modalità con cui la comunicazione digitale può aiutare i business tradizionali ad avvicinarsi ai clienti, insieme all’Hackathon organizzato per premiare le migliori idee delle partecipanti, a cura di Fondazione Mondo Digitale. Numerosi anche i momenti di networking e gli incontri di lavoro con le aziende: ci sarà infatti anche una sessione di Jobs&Careers, la nuova iniziativa che Nuvola Rosa on tour propone alle studentesse laureande o neo-laureate che prenderanno parte ai corsi, con l’obiettivo di aprire un dialogo diretto con le aziende offrendo reali opportunità di lavoro.

Oltre al tour nazionale, un’altra importante novità di Nuvola Rosa è che l’iniziativa quest’anno fa parte di un più ampio progetto internazionale di cui il nostro Paese è capofila. Sulla scia del successo e dei risultati di Nuvola Rosa in Italia, Microsoft ha infatti dato vita a una campagna a livello globale, lanciata in occasione dell’8 marzo: #MakeWhatsNext coinvolgerà 27 Paesi con 43 eventi, per formare e ispirare 7000 giovani donne, avvicinandole alle discipline tecnico scientifiche.

“Nuvola Rosa è un’iniziativa che condividiamo nel metodo e negli obiettivi, convinti come siamo che la formazione universitaria debba essere sempre più adeguata alle esigenze delle imprese, per dare concretezza alle prospettive di lavoro dei nostri giovani”, ha commentato Eugenio Di Sciascio, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari. “Siamo fortemente impegnati in questo processo, come Politecnico di Bari e l’attenzione che viene riservata all’universo femminile ci fa ancora più piacere. Ben vengano i progetti, come questo, che ci consentono di operare in sinergia con tutti i soggetti impegnati a fare innovazione tecnologica e, quindi, sviluppo per il nostro territorio”.

“Anno dopo anno, Nuvola Rosa lavora sulla costruzione delle competenze delle giovani donne e contribuisce a formare il bagaglio di esperienze che le accompagnerà verso il mondo del lavoro” ha affermato Roberta Cocco, Direttore Piani di Sviluppo nazionale di Microsoft Western Europe. “Abbiamo voluto dedicare la quarta edizione di Nuvola Rosa al Sud e crediamo che investire sulle competenze digitali e tecnologiche sia un dovere che abbiamo verso tutti i giovani, di ogni parte del Paese. Avere un profilo appetibile è importante non soltanto per il singolo, ma per l’intera società e per il futuro dell’Italia. Siamo fermamente convinti che la diversità sia una spinta alla creatività e favorisca il cambiamento positivo. Sono orgogliosa della determinazione e dell’entusiasmo di tutte le partecipanti: il successo dell’iniziativa, che ha visto ad oggi più di 10.000 ragazze intervenire da ogni parte del mondo, è la dimostrazione di quanto interesse ci sia attorno al digitale”.
 
“La Puglia è una regione con cui abbiamo un legame importante, abbiamo una presenza radicata sul territorio grazie alla nostra rete agenziale, alle reti di promozione finanziaria e ad accordi con due importanti realtà bancarie: UBI Banca-Carime e Banca Popolare di Bari. Siamo felici che Nuvola Rosa faccia tappa proprio qui.
Qui a Bari affronteremo i temi dell’evoluzione digitale dei business tradizionali, come il nostro, e terremo tra le altre lezioni dedicate al personal branding. – ha dichiarato Elisa Peretti, Responsabile Marketing e Comunicazione di Aviva – Poter contribuire alla diffusione della formazione in ambito tecnologico e lavorare per superare il “gender gap”, che purtroppo interessa ancora molte aziende in Italia, è molto importante per noi. Siamo un gruppo assicurativo che ha fatto dell’innovazione uno dei propri pilastri strategici, soprattutto in ambito digitale”.

“Il modello su cui fino a poco tempo fa si basavano domanda e offerta di lavoro è radicalmente cambiato e saper utilizzare gli strumenti informatici, avere conoscenze tecnologiche, conoscere le loro logiche e dinamiche sono diventati requisiti fondamentali per le imprese e per qualunque tipo di professione a cui le giovani generazioni ambiscano. Abbiamo voluto rinnovare la collaborazione con Microsoft nell’iniziativa Nuvola Rosa perché intendiamo contribuire a fare conoscere ulteriormente le potenzialità e a ridurre il digital divide fra i sessi in qualsiasi territorio italiano”, – ha affermato Manuela Lavezzari, Marketing Manager di ASUS. – “In più, oltre che ad aiutare l’universo femminile ad accelerare il processo di ingresso nel mondo nel lavoro, già di per sé difficile in questo momento storico, esse possono davvero contribuire con le loro capacità e creatività a dare ulteriore impulso a un ambiente fortemente dinamico, flessibile e in costante trasformazione: si tratta di un vasto oceano da cui devono solamente attingere”.

“In Accenture le donne sono al centro dei nostri programmi di crescita e di sviluppo della leadership. Crediamo nell’avanzamento equilibrato della carriera, un obiettivo che si coglie solo investendo nella creazione di percorsi individuali e nella formazione continua” – spiega Raffaele D’Orsi, Responsabile dei Centri di Eccellenza di Delivery in Accenture Italia – “Nuvola Rosa è un progetto dedicato alle ragazze che orienta verso percorsi di studio in ambito STEM e verso carriere caratterizzate dalla passione per la tecnologia e l’innovazione, un connubio perfetto rispetto ai nostri valori. In questa edizione di Nuvola Rosa On Tour i professionisti di Accenture formeranno le ragazze attraverso specifici workshop e le incontreranno per colloqui conoscitivi. Un format di successo sperimentato anche attraverso la collaborazione con le principali Università”.
“È risaputo che le aziende operanti nel settore dell’Information Technology, come ad esempio Avanade, riscontrino da sempre una carenza di figure femminili tra le fila dei propri dipendenti, diretta conseguenza della mancanza di studentesse in ambito tecnico-scientifico. Risulta così di fondamentale importanza avvicinare le ragazze alle materie STEM, sia facendo informazione sia rendendo noto che il mondo della tecnologia crea e dà lavoro. – ha concluso Gemma Fiorentino, Marketing & Communication Lead di Avanade Italy & Spain – L’iniziativa Nuvola Rosa, di cui siamo sostenitori sin dalla sua nascita, va esattamente in questa direzione, fornendo sia corsi di formazione che la possibilità di partecipare ai job speed date. Si tratta di veri e propri primi colloqui di lavoro finalizzati all’inserimento in Avanade e rivolti a ragazze laureande e neolaureate che si presenteranno durante le tre tappe dell’evento.

Nuvola Rosa on Tour è realizzata da Microsoft, Accenture, ASUS, Avanade e Aviva, si avvale della partnership di ITU, l’entità delle Nazioni Unite per le Telecomunicazioni, e UNRIC, il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite che promuove i Sustainable Development Goals (SDGs), del supporto di Fondazione Mondo Digitale, della media partnership di RTL 102.5, ed è patrocinata dal Dipartimento per le Pari Opportunità e dalla United States Mission to Italy. L’iniziativa vede inoltre l’importante sostegno della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) in rappresentanza delle numerose Università che aderiscono al progetto, attraverso la promozione del coinvolgimento delle studentesse.

Grazie alla media partnership con RTL 102.5, a partire dalla città Bari e anche per le due successive location di Napoli e di Cagliari, 3 ragazze – selezionate tra tutte le pink user iscritte alla community dell’emittente più ascoltata d’Italia – parteciperanno attivamente alle giornate di Nuvola Rosa On Tour, in qualità di inviate di RTL 102.5, testimoniando la loro presenza e raccontando le proprie emozioni in diretta su RTL 102.5.

I corsi di formazione gratuita si terranno il 9 e 10 maggio presso il Politecnico di Bari, l’11 e il 12 maggio presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e il 12 e 13 maggio presso l’Università di Cagliari.

Le ragazze interessate potranno iscriversi all’indirizzo www.nuvolarosa.eu.